\\ Casa Base : Articolo : Stampa
Pensieri e parole
Di Baba (del 06/12/2006 @ 10:51:26, in 2006-12, linkato 1511 volte)

Stavo sfogliando i miei file nel disco portatile personale che ho qui a lavoro. Lo sto facendo perchè ho un po' di tempo libero e sono finita su uno dei due libri che ho in produzione.

Stavo parlando di questo anche ad un mio contatto msn la cui moglie ha pubblicato il suo primo libro proprio quest'anno. Vorrei riuscirci pure io, sinceramente. Non sto scherzando, ma mi freno io stessa.

Dall'esterno sono ottimista, vedo sempre il bicchiere mezzo pieno ed il raggio di sole anche se piove a dirotto. Sono quella con la testa tra le nuvole che cerca di sorridere sempre e di far sorridere chi è accanto. Questa sono io se mi vedete e mi conoscete esternamente.

In realtà io sono parecchio severa con me stessa. Sono un po' (tanto) autolesionista, autocritica, disfatrice dei miei stessi sogni. Mi demoralizzo facilmente anche quando ho la piena idea ed intenzione di portare avanti ciò che vorrei realizzare. Mi blocco, non riesco a proseguire.

Ho questi due file dei due libri che sto scrivendo. Sono belli, lo dice anche Isma, ma non riesco a scrivere oltre. Mi blocco.

Perchè?

Paura. Semplice e sana paura. Paura che non piacciano mano a mano che vado oltre a scrivere, paura che non siano idee originali, paura che qualcuno possa accusarmi di plagio. Paura di diventare troppo prolissa e quindi divenire noiosa come certi capitoli del Signore degli Anelli.

E poi capita sempre che mentre sto per continuare a scrivere mi viene in mente di cambiare qualcosa, o di rileggere ciò che ho scritto. E trovo errori. Errori che devo correggere che mi fanno perdere il senso, il filo del discorso oppure scaravoltamenti completi dell'intera opera.

E tutto cambia di nuovo.

Mi manca sicurezza. Ne sono coscente. Mi manca quel qualcosa per andare avanti. Vorrei finire, ma ho tanta, tanta paura che, una volta finito, poi quello che vedo io meravigliosamente stupendo, non sia visto allo stesso modo dagli altri.

Vorrei riuscire a pubblicare un libro. Non mi interessa che sia una casa editrice importante, ma vorrei riuscirci. Vorrei avere un briciolo di fortuna.