Immagine
 Questa è la mia vita...... di Baba
 
"
(parlando dell'ultima settimana di corso di Accenture Technology Solutions) [..]mi stanno dicendo inoltre che non è importante per ATS che tu sia bravo a programmare, conta molto di più se sei pronto, intelligente e figlio di puttana[..]

Fabio Manigrano - 30/08/2006
"
 
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Di Baba (del 09/10/2006 @ 08:45:15, in 2006-10, linkato 741 volte)

E' svedese, la porti a casa subito e la monti in cinque minuti.

E' la donna perfetta, ma il delirio per i week end uggiosi dei milanesi (e non solo, credo).

Questo week end, io e l'Isma dovevamo andare a Mantova, ma dato il tempo incerto, abbiamo optato per un sabato classico da passare in casa.

Durante la giornata abbiamo deciso di andare all'Ikea a prendere le ante per i nostri Billy (60*108) ed un paio di armadietti per l'armadio e, se c'erano, una scarpiera o due in stile scarpiera Slim.

Alle 16.00, finita la seconda lavatrice di roba sporca, siamo usciti di casa e ci siamo diretti verso l'Ikea di Carugate.

Ordunque, la strada era assai libera, si prospettava una fine giornata abbastanza tranquilla, MA non avevamo fatto i conti del casino che è a Carugate. Un casino causato dalle migliaia di automobili che escono e che entrono dalla tangenziale e dalle altre vie per andare o uscire dai centri commerciali tutti lì concentrati ovvero:

- Carrefour;

- Castorama;

- Ikea.

Un'ora e mezzo di coda per riuscire ad arrivare al parcheggio Ikea dove si andava a passo d'uomo tanto era fermo.

Quando alla fine siamo riusciti a parcheggiare erano ormai arrivate le 18.30...

Insomma, alla fine riusciamo ad entrare all'Ikea, saliamo nel salone, troviamo quello che stavamo cercando (il piano girevole per la televisione, le ante per il Billy (40*108) ed il mobiletto per il bagno porta "roba da pulire") e ci avviamo alle casse dopo avere atteso almeno un quaranta minuti prima di uscire per via degli annunci alla gentile clientela di attendere all'interno del negozo considerata la situazione della circolazione esterna.

Paghiamo e torniamo a casa. Questa volta in quaranta minuti.

Purtroppo, al ritorno, ci aspetta una pessima notizia. Le ante non vanno bene. Non vanno perchè sono troppo larghe.

In effetti abbiamo fatto un errore di valutazione. Non avevamo controllato le misure dei nostri Billy (che a quanto pare ora sono fuori produzione) e quindi le uniche ante che ora vendono all'Ikea sono per i Billy delle uniche serie di multipli di 40 di larghezza.

6 ante comprate per nulla.

Il mobiletto del bagno, grazie al cielo, andava più che bene ed anche il piano girevole per la televisione.

La cosa buona dell'Ikea è che se un prodotto non ti è gradito puoi andare a restituirlo e, tra me e me, ho pensato: chissà quando andremo a restituire le ante...

La mattina dopo, ovvero domenica, ci alziamo, facciamo colazione e l'Isma mi fa: "allora, andiamo?"

E io, dopo avere guardato fuori dalla finestra: "ma sì, dai, si può andare"

Mi cambio, mi preparo con l'idea di andare a Mantova, ma, quando sto per prendere la borsa, l'Isma mi dice di aiutarlo a portare giù le ante. Io rimango parecchio sbigottita dal gesto, ma faccio finta di nulla. Ricarichiamo le ante e partiamo verso l'Ikea di Carugate.

Grazie al cielo alla domenica non c'è il Carrefour aperto e la viabilità e decisamente migliore, così, in poco tempo, riusciamo a parcheggiare e a rientrare all'Ikea. Carichiamo le nostre ante sul carrello ed andiamo al servizio clienti "Cambi e Resi".

Dopo circa un'ora di attesa per il nostro turno, ci presentiamo alla cassa dove confermano l'inesistenza di ante adatta ai nostri Billy (e che cazz'...) quindi ci facciamo ridare indietro i soldi. E dico soldi, non buoni. Soldi veri!! Che geniale l'Ikea!

Io ormai sono stanca, un ja fo più. Ho solo voglia di andare a casa, ma l'Isma mi fa: bene, andiamo a fare un giro sopra ora.

La voglia è sottoterra ma lo seguiamo anche perchè non ci sono altre vie.

Rifacciamo il nostro giro del giorno precedente, gli confermo il fatto che le scarpiere dell'Ikea sono troppo grandi per noi (sono profonde 17 cm, quindi si passerà alla scarpiera Slim) e troviamo il mobiletto alto che già ieri avevo visto e che sarebbe stato adatto per metterlo come riposa scope in bagno.

Decisi per il mobiletto scendiamo verso il magazzino. Troviamo un porta vasi di metallo, due portacandele (uno a forma di lanterna e l'altro lineare che contiene fino a 6 candeline) e ci rechiamo verso lo scaffale 16 posizione 0 ma... il mobile che abbiamo visto è finito!!

Chiediamo al tipo delle informazioni e ci viene risposto che quello scaffale Aneboda sarà disponibile solo dalla prossima settimana.

Torniamo a casa un po' delusi, ma con vivande comprate dal bistrot Ikea.

Articolo (p)Link Commenti Commenti (6)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Baba (del 06/10/2006 @ 11:12:52, in Personaggi, linkato 909 volte)

NOME: Nicolas Cage
ALL'ANAGRAFE: Nicholas Kim Coppola
DATA DI NASCITA: 07/01/1964
SEGNO ZODIACALE: Capricorno
LUOGO DI NASCITA: Long Beach, California, Stati Uniti
PROFESSIONE: Attore, Produttore

Adoro quest'uomo...

Articolo (p)Link Commenti Commenti (5)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Baba (del 06/10/2006 @ 09:11:51, in Canzoni, linkato 916 volte)

There's a hero
If you look inside your heart
You don't have to be afraid
Of what you are
There's an answer
If you reach into your soul
And the sorrow that you know
Will melt away

And then a hero comes along
With the strength to carry on
And you cast your fears aside
And you know you can survive
So when you feel like hope is gone
Look inside you and be strong
And you'll finally see the truth
That a hero lies in you

It's a long road
When you face the world alone
No one reaches out a hand
For you to hold
You can find love
If you search within yourself
And the emptiness you felt
Will disappear

And then a hero comes along
With the strength to carry on
And you cast your fears aside
And you know you can survive
So when you feel like hope is gone
Look inside you and be strong
And you'll finally see the truth
That a hero lies in you

Lord knows
Dreams are hard to follow
But don't let anyone
Tear them away
Hold on
There will be tomorrow
In time
You'll find the way

And then a hero comes along
With the strength to carry on
And you cast your fears aside
And you know you can survive
So when you feel like hope is gone
Look inside you and be strong
And you'll finally see the truth
That a hero lies in you


Non la sentivo da una decina di anni...

Articolo (p)Link Commenti Commenti (2)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Baba (del 05/10/2006 @ 09:03:01, in Da Ascoltare o Vedere, linkato 696 volte)

Alquanto in ritardo per consigliare di vedere questo programma che, all'inizio, non volevo nemmeno citare, ma dopo ieri sera ammetto che, in parecchi versi, è una cosa da non perdere.

Ieri sera c'è stata l'ennesima puntata dell'Isola dei famosi e gli animi dei naufraghi e non solo erano più riscaldati del solito, per non dire sono stati tra i più surriscaldati da quando l'Isola è nata su mamma Rai.

Durante la scorsa settimana, i naufraghi sono stati vittime di una bufera sull'isola di pioggia torrenziale. Il fatto di essere più disagiati rispetto agli anni precedenti, ha sollevato gli animi di tutti, specialmente degli uomini che si sono ritrovati con delle donne che erano infradiciate di acqua nel pieno della notte, tremanti e mezze gementi.

Nel filmato che hanno fatto vedere (prodotto a luci infrarosse) si vedono e si sentono Ceccherini, Den Harrow e Luca Calvani (o Raffaello Balzo? o.O) che si arrabbiano con la produzione per il fatto di non avere avuto abbastanza risorse per poter provvedere ad una sistemazione e riparo adeguato a quelle interperie a cui andavano incontro.

Vero è che quest'anno l'isola è veramente misera. 250 km quadrati senza tutti quei "mezzi agi" che avevano in passato. L'avventura è davvero più dura.

Tornando al filmato, gli uomini parlano tra di loro e pare nascere una mezza decisione di ritirarsi tutti quanti dall'isola. Le donne sono zitte, ma sembra che nel mezzo della notte salga questa ipotetica idea di porre termine immediato al programma.

Poi, tra una cosa e l'altra, il filmato ha una fine inspiegata.

Dallo studio, Simona Ventura, parlando con i naufraghi, dice che il cameraman ha dovuto terminare il filmato perchè secondo quanto ha detto i naufraghi Den Harrow e Massimo Ceccherini siano saltati addosso al cameraman lanciandogli dietro di tutto.

Ceccherini non ci ha visto più e si è alzato uscendo dal luogo dove vengono radunati ogni mercoledì sera. Paolo Brosio è stato memorabile per farlo calmare e farlo tornare dove stava. Anche Den si è adirato, ed entrambi hanno difeso a spada tratta la loro verità, ovvero che nessuno ha mai alzato le mani sul cameraman e che quest'ultimo mentiva.

Come andrà a finire non so se lo verremo a sapere presto.

La serata pareva essersi calmata, ma l'arrivo di Domiziana Giordano in studio ha alzato un altro enorme polverone. La Giordano, lo ricordo, si è ritirata dall'isola dicendo che voleva andarsene prima che Ceccherini la menasse.

A questa affermazione, Paolo Brosio dall'Honduras ha esordito dicendo, a chiare lettere, che lui vede 24 ore al giorno quello che accade sull'isola e mai una sola volta ha visto Ceccherini alzare le mani addosso a qualcuno.

Subito è nato un enorme battibecco tra la Giordano che sembrava anche realmente divertirsi (povera idiota, davvero) e Brosio che difendeva realmente la verità su Ceccherini.

Per quasi un quarto d'ora hanno urlato dall'una e dall'altra parte quasi non fosse più necessario avere il collegamento dal satellite.

Ma la cosa più sconcertante è stato quando si è intromessa la madre della Giordano che si è alzata ed è andata di fronte alla Ventura accusandola di falsità e difendendo la figlia. La Ventura, con una classe da vera signora, ha ribadito, serissima e direi anche alquanto adirata, che sia la signora che la figlia stavano accusando di falsità e di inefficenza persone che lavorano 20 ore al giorno al programma e che seguono minuto per minuto quello che accade su quell'isola, che stavano accusando dei professionisti e persone che si fanno il culo per gestire quel programma e che, diretto alla madre, la signora stava difendendo la figlia che era additata come falsa da tutta Italia.

Una sfuriata tale non si è mai vista in quel programma. La Ventura, per quei minuti, è divenuta il mio idolo personale. Mi sono trattenuta dall'inginocchiarmi davanti alla televisione.

Grandiosa donna, sia per la classe nel mantenere quella situazione, sia per la professionalità.

E durante tutto questo, Domiziana Giordano continuava a ridere.

Mah...

Articolo (p)Link Commenti Commenti (4)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Baba (del 04/10/2006 @ 10:30:26, in 2006-10, linkato 746 volte)

Lavorando tutto il giorno non sono al corrente dei movimenti degli scioperanti. Capita che le manifestazioni o comunque un qualunque sciopero, specialmente dei ferrotramvieri o della metropolitana, cadino sempre in orari che danno la possibilità anche ai lavoratori di giungere al luogo di lavoro e di lasciarlo in orari che non danno problemi di movimentazione.

Ma ieri sera i dipendenti telecom hanno scioperato.

Non sapevo nulla di questo sciopero, ma l'ho subito a mie spese la sera stessa.

Io a casa ho Alice la cui connessione è di merda per via di una cabina telefonica dell'anteguerra che non mi permette di andare oltre ai 2 mega nonostante me ne promettano almeno 10. (E le scuse delle enormi connessioni sono tutte cazzate visto che abito in un paese di 2400 abitanti di cui circa il 70% sono persone di oltre 45 anni e con quasi la metà della popolazione del paese stesso di origini extracomunitarie quindi, a ragione di ciò, non credo proprio che quel 2 mega sia dovuto alla troppa alta connessione di persone alla stessa cabina!)

Orbene, ieri sera Alice non ha funzionato per tutta sera. Dovevo mettere on line le ultime foto del viaggio di nozze, ma l'errore 0691 (se non ricordo male) era persistente nei miei innumerevoli tentativi di connessione, un errore mai avuto nella connessione.

Al mio tentativo di chiamare il 187 per capire se c'erano problemi sulla linea mi è stato buttato giù il telefono dalla voce programmata dopo che mi è stato dato il messaggio di "sciopero dei dipendenti".

Ora, miei cari dipendenti telecom, va bene scioperare e quel cazzo che volete, ma staccare i doppini dei server credete abbia servito a qualcosa oltre che a fare incazzare le persone??

Staccare i server e le connessioni (unica cosa plausibile per tale errore) è stato peggio che lo sciopero perchè, visto che già prima e dopo le segnalazioni perpetuate da me da più di un anno al 187 per lo schifo di rete e di cabina che la telecom ha in Sordio e che NON E' MAI STATA verificata di persona, questo avere staccato la spina del tutto ha portato la concreta decisione di mollare telecom e di passare a fastweb!

IN CULO ALLA TELECOM! EVVIVA FASTWEB!

... avete perso un altro cliente, siatene contenti...

Articolo (p)Link Commenti Commenti (3)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Ci sono 62 persone collegate

< febbraio 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
    
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
     
             

Cerca per parola chiave
 

Titolo
2006-03 (2)
2006-04 (11)
2006-05 (8)
2006-06 (1)
2006-07 (2)
2006-08 (6)
2006-09 (2)
2006-10 (10)
2006-11 (5)
2006-12 (6)
2007-01 (7)
2007-02 (2)
2007-05 (1)
2007-06 (4)
2007-07 (1)
2007-09 (4)
2008-01 (1)
2008-04 (1)
2008-06 (1)
Americanate... (4)
Assurdità lette e Notizie strane (7)
Attesa (13)
Browser Game (1)
Canzoni (21)
CONTRO LA CENSURA! (2)
Corsi e Lavoro (5)
Cucina (1)
D&D (2)
Da Ascoltare o Vedere (20)
Dieta e palestra con Figurella (10)
Dirty Image (1)
Harry Potter (7)
Hattrick (4)
Hevan (1)
Il Mini-Me (16)
Link e Siti (11)
Madeleine McCann (1)
Mondiali 2006 (6)
Notizie ed Eventi (11)
Personaggi (4)
Ricette (2)
Sfiga vuole... (3)
Tommaso Onofri (5)

Archivio mensile:
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
Indian tablets for ...
17/09/2018 @ 14:13:43
Di Anonimo
Price for on the st...
17/09/2018 @ 14:10:29
Di Anonimo
Buy cialis no prescr...
04/05/2018 @ 09:23:12
Di Anonimo





Titolo
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!


23/02/2019 @ 07:43:28
script eseguito in 179 ms